giovedì 7 giugno 2012

Un menù a tutta muddica!!!

Buon Giovedì bimbe!!!
Il tempo è decisamente cambiato...e mentre una parte del nostro paese tenta con coraggio e speranza di rialzarsi... noi continuiamo le nostre vite con un occhio di riguardo a quello che accade ...Come sapete, io vivo in Calabria e almeno una volta al mese c'è sempre qualcuno che annuncia il più terribile dei disastri per la mia terra...e allora come fare a vivere comunque? bè io penso a mia nonna Consolata... A questa donna coraggiosa,vittima del maremoto del 1908....lei fu portata via dall'onda... ma rimase aggrappata ad una botte per 3 giorni e 3 notti senza mai arrendersi... fino a quando, su una spiaggia, fu ritrovata dal suo amore Pietro....si sposarono e nacque la mia bisnonna Rosa...Nonna Consolata, per tutta la vita, portò sul volto i segni di quella botte,i segni del sale e del mare in cui era rimasta  per così tanto tempo senza mai cedere....e la sua vita continuò...Ora io non so cosa accadrà domani ma ogni sera prima di andare a letto penso al coraggio di quella donna minuta e dormo.
         Oggi menù a tutta muddica!!!
Noi il pangrattato non lo compriamo mai anzi se ci penso credo che nessuno che conosca lo compri.... Se vi fate un giro nella mia città, vedrete che molti nei balconi tengono appesi, come lenzuola al vento, buste di pane che poi diventerà muddica.....Un lavoro odioso ma qualcuno deve farlo!!!
 Pasta con zucchine e fiori di zucca
In una padella olio evo, aglio a cui ho aggiunto 3 zucchine tagliate a rondelle e circa 10 fiori di zucca, sale e pepe....pochi minuti e spento il fuoco.... basilico del mio!!!
ho cotto la pasta molto al dente (350g di pennette rigate per 5 minuti al massimo)
e l'ho fatta andare in padella con il sugo, mescolata con 2 cucchiai di grana, una noce di burro e 4 cucchiai di besciamella
 in una teglia imburrata ho messo del pangrattato e metà della mia pasta
 grana,provola e ancora besciamella
 ho coperto con la restante pasta ancora besciamella grana e pangrattato
 In forno a 200° fino al formarsi di una crosticina croccante
 e sempre a muddica protagonista del mio secondo...
Petto di pollo alla palermitana
l'ho semplicemente passato prima nell'olio evo
 e poi nel pangrattato
in forno sempre a 200° con un pò di sale e ancora olio fino a cottura (non è necessario girarli)
Io li ho mangiati con una dadolata di pomodoro fresco e basilico a mò di bruschetta insomma...Deliziosi!!! e come dolce?  
andate a dare un'occhiata alla... 
Un dolce morbido con una crosticina fuori croccante 
data sempre ...dal pangrattato!!!
e con questo pranzo... Che ieri mi ha regalato(ne sono sicura) 
quei 4 chili che mi separavano dalla 44
Vi mando un grande bacio!!!
Passate una bella giornata di sole
La meritiamo TUTTE!!!
Renata

102 commenti:

  1. Bellissima storia certo quel terremoto ha fatto tantisssime vittime, pensa che a Serra San Bruno (VV)alla Certosa dei frati a causa di quel disastro si spostò un masso in cima ad una colonna, visibile ancora oggi. Comunque ogi hai postato un pranzo da re tutto ottimo come sempre!!!!! Un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Mariangela...si il 1908 è stato terribile e disastroso ...e con la storia di nonna Consolata (che mi ripeto sempre) cerco di esorcizzare la paura
      Un bacio cara e che bella viso sorridente che hai!!!!!!

      Elimina
  2. Un menù favoloso cara Renata. L'idea della pasta con i fiori di zucca mi piace moltissimo, per non parlare del resto, semplice e appetitoso! Baci grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara Giuliana!!!!!!!!!!!

      Elimina
  3. Mamma mia che delizie che ci hai presentato stamattina!! La pasta deve essere di una bontà assoluta e quella bella fettina di petto di pollo in mostra? Ho capito qual' è il segreto...La panatura olio e pane grattato non la conoscevo mica!!! Divina...Il dolce per finire è la ciliegina sulla torta...rustico e delizioso!! Insomma...anche io il pane grattato lo metterei ovunque e adesso che mi hai messo in testa quella panatura spettacolare, la devo provare subitissimo!! Un bacione cara e buona giornata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo Patrizia....i petti di pollo acquistano un sapore buonissimo...sono davvero felice che ti sia piaciuto
      Un bacio e grazie!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  4. ciao Renata, ogni famiglia ha il proprio eroe al quale fare riferimento, per me è mia mamma che molto malata, rimasta vedova a 40 anni ha cresciuto me e mia sorella. E' da queste donne così forti, come lo è stata tua nonna che dobbiamo prendere esempio, sono anche loro che ci fanno andare avanti nei momenti più difficili. Pensiamo:"se ce l'hanno fatta loro dobbiamo farcela anche noi".
    L'italia non sta vivendo un momento facile, ma dobbiamo tirare fuori i denti e lottare.
    Come al solito il tuo menù mi fa venire l'acquolina in bocca. Quando mi inviti a pranzo???
    un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bellissimo averti qui per un bel pranzo e non è detto che non succeda
      Si un'inchino grande alle donne forti!!!!!Prendiamo esempio e continuiamo!!!!!!!!
      Un bacione Sabina!!!!!!!!

      Elimina
  5. Delizioso Rene' il tuo menu, i tuoi piatti hanno un ordine perfetto e degli ingredienti eccellenti visibili in foto.
    Buona Giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille caro Pasquale!!!!!!!!!!

      Elimina
  6. Questa pasta bianca con zucchine è buonissima ed anche tutto il resto!! Anche se si prende qualche chilo ,io non riesco a rinunciare alla buona tavola !! Un bacio bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah..a chi lo dici!!!!!Un bacio

      Elimina
  7. Bellissima la storia di tua nonna...i veri eroi sono quelli che sfidano il quotidiano e le difficoltà della vita...davvero un grande esempio!
    Tu una 44? non ci credo! dalle foto non si direbbe proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no...non ho la 44 ma se continuo a mangiare ci arrivo presto...ahahahahahah
      e si tesoro!!!! prendiamo esempio e continuiamo le nostre vite con coraggio!!!!!!!Un bacione

      Elimina
  8. Ciao Renata!!!! che bello questo post!!!
    mi piace leggere "gli usi e costumi" delle varie regioni ^_^
    e quando si parla dei nonni ancora di più!!!!
    logico... i tuoi piatti sono sempre fantastici!!!
    ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roby
      Sono davvero felice che ti sia piaciuto...

      Elimina
  9. Ora capisco da dove arriva la tua forza, grazie per aver condiviso questa storia di speranza e tenacia, ce n'è tanto bisogno in questo periodo! Ma allora sono un po' calabrese anch'io… ci tengo al pangrattato home made e adoro la pasta arricchita dalla mollica di pane. Certo la tua teglia di oggi è meravigliosa, non vedo l'ora di provarla appena arriveranno anche qui i fiori di zucchina. Ora vado a gustarmi anche una fetta della tua torta, sono curiosa della preparazione con la mollica! Un bacione bimba, buonissima giornata, Babi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SIIIIIIIIII dai facciamo tutti a muddica.... un lavoro veramente fastidioso ma che da sempre buoni e golosi risultati!!!!!!!!
      Un bacio grande cara Babi e grazie!!!!!

      Elimina
  10. Sicuramente quello di tua nonna è stato un esempio cui si è ispirato la generazione futura ed è giusto che in momenti come quelli che stiamo vivendo, venga ricordato.
    Ti volevo chiedere ma tu, tutti i giorni cucini tutte quelle cose belle e buone? Sei fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Giovanna...tutti i giorni qualcosa di particolare...e se un giorno salta per impegni il giorno dopo doppia razione...per me il momento del pasto è un piacevole incontro e quello che amo di più è veder mangiare con gusto!!!!
      Grazie mille bimba...è vero la storia di nonna può solo insegnare!!!!!!Un bacio

      Elimina
  11. Reny tesoro buongiorno! nn ti nascondo che nel leggere di tua nonna mi sono commossa.. un esempio di coraggio e forza da tenere ben a mente.. una donna degna di nota e stima semplicemente speciale.. Poi come sempre voglio farti i complimenti per le spiegazioni dettagliate e gli abbinamenti*_* non lasci davvero nulla al caso.. un primo, un secondo e un dolce a base di muddica da leccarsi i baffi! bravissima!! ti abbraccio cara una buona mattina:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara Simona!!!!!Sono felice che tutto ti piaccia...io amo quella storia e mi sembra (ogni volta che la racconto) di farne parte in qualche modo.... è emozionante!!!!!
      un bacione

      Elimina
  12. Tua nonna è stata una vera eroina...che coraggio!!
    E che pranzetto!!! La pasta deve essere buonissima (adoro zucchine e fiori di zucca e poi con la provola chi resiste?!), il pollo altrettanto, per non parlare della deliziosa torta di mele (ho segnato la ricetta!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Vale!!!!!!!
      per il pranzo credimi era tutto buono e la pasta una favola....fammi sapere allora se li prepari...un bacione

      Elimina
  13. Una donna da tenere sempre presente nei tanti momenti di difficoltà che viviamo, un esempio straordinario! Penserò a lei quando mi verrà voglia di "mollare il barile".
    Questa "muddica" è così versatile, dal primo al dolce per riciclare il pane vecchio soprattutto in questo periodo che non possiamo permetterci di buttare via neanche una briciola, anche perchè vengono fuori dei piatti straordinari. La pasta in particolare sarà un'alternativa di lusso alla mia solita pasta e zucchine così le mie figlie non sbufferanno.
    Un abbraccione carissima, a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dana!!!!!!hai ragione sulla storia di nonna..dovremmo ricordare chi vivendo momenti terribili è riuscito ad andare avanti ugualmente senza cedere...
      Un bacione e la pasta piacerà alle tue figlie vedrai
      un bacio

      Elimina
  14. che bella storia renata!!
    buona quella pasta, io la faccio simile e mi piace un sacco!
    senti ma ci vediamo ad agosto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MA CERTO!!!!!!!!!
      Io ad Agosto ti aspetterò con vero piacere!!!!!!!!
      Un bacione Laura

      Elimina
  15. una piu' bella dell'altra brava!!!!!!!!!e quando si dice..le donne di una volta....baci

    RispondiElimina
  16. Già anche la Sicilia vive sempre nel terrore...anch'io preparo a "muddica" anche aromatizzata, i tuoi piatti sono a dir poco fantastici, ciaoooo

    RispondiElimina
  17. Come è commovente e quanto insegna la storia di tua nonna, rifletterci può solo farci bene, grazie!
    Per i tuoi piatti invece, è un'altra storia, ma tutta da gustare!
    Ciao, Lecoq

    RispondiElimina
  18. Mi è venuta la pelle d'oca dal tuo racconto Renata... bellissima storia, la vita è una e dobbiamo cercare di viverla al meglio sempre! che menù stupenso! Io amo la pasta che hai fatto!!buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione e grazie..sono davvero felice dell'emozione che hai provato.....

      Elimina
  19. grande rispetto per la tua trisnonna, davvero una gran donna! Vengono io brividi a leggere quello che ha passato ma al contempo ti da una grande carica perchè lei ce l'ha fatta a vivere anche in una situazione così difficile e si è fatta anche una famiglia dopo tutto quello che è successo!
    davvero una gran donna!
    Le ricette poi sono splendide!! :Q__
    bravissima tesoro!!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre carina tu...GRAZIE MILLE!!!!!!!
      è vero da una storia così si può solo imparare ad andare avanti sempre!!!!!!!!Ti abbraccio forte

      Elimina
  20. Oggi ho scoperto come userò le prossime zucchine raccolte! Quella pasta mi ha conquistato! E il petto di pollo da scongelare.... sistemato! Per il dolce passo direttamente chez toi!!! Bacione Piccola!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bacioni a te cara Elly
      e allora Buon menù a tutta muddica!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  21. Che storia splendida e che menù favoloso!!!!
    Bravissima, un bacione e buon we!!!
    p.s. il pane anch'io non lo compro, il lavoro più brutto e raccogliere tutte le briciole che spargo in giro, ahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah
      è vero è terribile raccogliere la briciole per terra!!!!!!Un bacione Carla!!!!!!!!!!!

      Elimina
  22. Che bella la storia che hai raccontato! Certo la tua trisavola ha dimostrato tantissimo coraggio e tenacia...quella che ci vuole oggi per andare avanti nonostante i disastri che succedono.
    Devo farti i complimenti per il menu' di oggi: SPETTACOLARE!!!! Devo assolutamente provare il petto di pollo con quella panatura!! Grazie mille per le ricette! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te bimba!!!!!!!!!!!
      E si continuiamo anche noi con coraggio e determinazione!!!!!!!!!
      Un bacione

      Elimina
  23. Che forte la tua nonna, mi piace sapere un po' delle vostre vite e anche di quelle passate! ecco da chi hai preso;-) il tuo menu' e' come sempre da provare!!! sei davvero brava Renata e anche io non so cosa mi rierva il domani ma oggi mi gusto le tue prelibatezze!!!! un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma si....Gustiamo e andiamo avanti senza troppo lamentarci....hai ragione mia dolce Ombretta
      Ti abbraccio forte

      Elimina
  24. Ciao tesoro...
    fonte inesauribile di spunti, di colori e di sapori...eppoi, diciamocelo, godiamocelo almeno il senso della vita, con le bontà che ci regala la natura...
    Che bontà, che bontà!!! Un bacio grandissimo...SEMPRE!!! Kiss. NI :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacio grande a te cara NI!!!!!!!!

      Elimina
  25. Come sempre leggere il tuo blog è bellissimo! Il post di oggi con la storia di nonna Consolata, donna di grande coraggio e fiducia nella vita è sublime.
    Deliziose le tue ricette con la muddica, dalla cotoletta alla pasta mi piace tutto.
    L'ingrediente principale, che metti in tutte le tue ricette è la passione e l'amore per la tua terra, cara Renata, sei una persona meravigliosa! :-)
    Un bacione grandissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara Giovanna!!!!!!!!!!!
      Grazie davvero!!!!!Le tue parole sono davvero un caldo abbraccio
      Un bacione

      Elimina
  26. che meraviglia nonna Rosa, che storia toccante e piena di coraggio! ti lascio tanti baci e a presto cara mia baci grandi!

    RispondiElimina
  27. p.s. ovviamente questa pasta è fantastica! come sempre mi lasci a bocca aperta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica!!!!!!!!!!!
      grazie mille!!!!!!!

      Elimina
  28. Ammazza che donna de ferro Nonna Consolata.. caspita che storia!!! sembra un romanzo!!! un esempio davvero! Ottime invece tutte e 3 le tue proposte.. Anche noi spesso utilizziamo il pangrattato in cucina.. ma lo acquistiamo perchè consumiamo poco pane!!! Io ho preso 2 kg solo a vedere le foto.. fai tu! hihihihihih baci e buona giornata .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaha...allora la prova costume? Come la mettiamo?
      Un bacione Claudia e grazie!!!!!!!!!!!

      Elimina
  29. caspita che brutta avventura la tua nonna...davvero,meglio pensare a lei nei momenti di sconforto!
    passando al menu'...che buono,non so dire cosa potrebbe piacerm di piu'!
    mangiona!!!!!!!!!!!!!!
    un abbraccione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio a te cara Carla e grazie mille bimba!!!!!!!!!!

      Elimina
  30. Che storia Renata, fantastica tua nonna !!
    Il pan grattato anch'io lo compro poco; noi donne del sud siamo molto pratiche. Hai capito che bel menù hai preparato, brava. Un bacioooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ivana...e lo immaginavo che anche tu Calabrisella a muddica a preparavi!!!!!!!
      Un bacione

      Elimina
  31. che bello questo post.. bellissimo! e cavoli che nonna: una donna di quelle forti, voluttuose.. "di ferro" davvero!! questo menù è strepitoso.. mamma che fame ora!! ti abbraccio tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti abbraccio anch'io cara Luisa e grazie!!!!!!!!

      Elimina
  32. Che bel menu Renata! Quanta fatica! Ma tutte cose buonissime! Se è avanzata un pò di questa roba arrivo per cena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah..mi spiace ma io ho un marito che è magrolino ma mangia........ma se vieni RIpreparo TUTTO!!!!!Un bacio Rachele!!!!!!!!!!!

      Elimina
  33. sono rimasta incantata dalla storia della tua nonna.. sembra una bella favola di quelle da raccontare prima di addormentarsi..
    i tuoi piatti sono sempre molto belli cara Renata, ti mando un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Claudia e sai una cosa ...è una storia che io mi racconto sempre come una favola porta fortuna!!!!!!!!!!!!
      Un bacione

      Elimina
  34. Ciao Renata praticamente hai realizzato un menu da dieci e lode!!!! Ps. ho provato a fare i tuoi biscottini con le mele e la cannella: vuoi ridere? Non avevo abbastanza farina così ho fatto metà farina e metà farina di mandorle, ho aggiunto l'uvetta e ho usato metà zucchero a velo e metà quantità di zucchero di canna e mi sono accorta di non avere il lievito così ci ho messo una puntina di bicarbonato. Ho stravolto la tua ricettina (mi riprometto di farla con tutti gli ingredienti esatti!!), sono venuti bene provali anche te!! Ti auguro un dolcissimo pomeriggio, ciao cara amica mia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahah tesoro proverò eccome la tua versione...sei strepitosa e bravissima e immagino il sapore di questi biscotti arricchiti poi dell'uva passa...Buoni!!!!!Un bacione cara Maria e grazie

      Elimina
  35. Che bella la storia di tua nonna: gran donna! :)
    E che bel menu, cara: golosissimo!

    RispondiElimina
  36. mi ha emozionato leggere la storia di tua nonna,che donna!complimenti tesoro un abbraccio ciaoo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio forte a te mia cara Tina e grazie!

      Elimina
  37. Cara Rosa,
    Ma che storia emozionante, sembra un racconto di romanzo... Ma la vita é così, se raccontassi certi momenti della mia vita, be' anch'io stento a crederci che ce l'ho fatta....
    Ho vissuto un momento terribile nella mia vita, e non so come ho fatto, ma oggi sono qui a raccontare...
    Bello questo menu, sei bravissima.
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vita è strana... ci segna e ci ferisce ma dalle storie possiamo imparare a riemergere vittoriose
      vero Thais?Un bacione

      Elimina
  38. Ma tu ci vizi! un intero menù in post? e tutti piatti buonissimi e da copiare!
    Hai un'antenata con una storia fantastica, sembra la trama di un film... ma la vita e così, la realtà supera l'immaginazione. Un bacione, laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero!!!!!! spesso accade.....
      Grazie Laura
      Un bacione

      Elimina
  39. Che grande donna cara, ecco io l'ho sempre pensato..che donne..forti contro tutto e tutti sempre!! Davvero un bellissimo esempio!! Che menù, la panatura con l'olio non la conoscevo anche io..insomma ragazza, con questo delizioso menù io faccio che sedermi a tavola!!!!
    un grande bacio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione a te cara Valentina e grazie mille!!!!!!!!
      e si puoi sederti...sarebbe un piacere averti alla mia tavola!!!!!!

      Elimina
  40. bella la storia di nonna Consolata!!!che forza..
    buonissimo il tuo menù!!!
    Bacioni e buona serata

    RispondiElimina
  41. Adesso capisco da chi hai preso la tua grinta! La cara Nonna Consolata ti ha trasmesso la sua forza e adesso tu la trasmetti a noi attraverso i tuoi post!
    Davvero una donna da ammirare, sembra la scena di un film, ed invece è accaduto davvero...
    Cara, il tuo menù è fantastico! Davvero penso che tu sia una cuoca perfetta! Beato l'uomo che può averti al suo fianco!
    Un bacio grande dalla nuvolosa Novara... voglio il SOLEEEEEEEEE!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti mando io un pò di sole cara Morena!!!!!Caldo e rigenerante dalla mia Calabria e si!!!spero di aver preso la grinta dalle nonne...perchè in questa mia famiglia di origine ...molto al femminile.... nessuna è rimasta mai indietro...Un bacione

      Elimina
  42. Che storia quella della tua nonna.....Tu hai avvertito il terremoto quando lo ha fatto?Che buono questo primo......Bacioni carissimissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No... grazie a Dio no
      Un bacione Lidia!!!!!!!

      Elimina
  43. che favola questo menù!!!!!!!!!!!
    mitica l'idea di quei petti di pollo alla palermitana non conoscevo quel modo di impanare. Da provare!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo è divino....
      Un bacione Alice e grazie!!!!!!!!!

      Elimina
  44. Bella storia quella di nonna Consolata!!Un favoloso menù per palati raffinati!!

    RispondiElimina
  45. Mi ha fatto venire i brividi la storia della tua nonna Consolata e nello stesso tempo, io che così facilmente mi lascio sopraffare dallo sconforto, dovrei tenerla a mente e prenderela come esempio sempre.
    Senti ma...aggiungeresti un postio a tavola per pranzo? Ad un menù così non si può mica dire di no :) Quella teglia di pasta fa venire fame anche alle 8 di mattina...DIVINA :D! Un bacione bella gioia, buon fine settimana

    RispondiElimina
  46. Ho letto il tuo commento e mi hai commossa! Renata io credo che ognuno di noi sia se stesso in ogni cosa che fa. Il nostro carattere può differire di poco a seconda dei vari contesti, però l'entusiasmo, la voglia di fare, l'amore per la propria terra, il trovare la gioia nelle piccole cose, traspare sempre, indipendentemente dai contesti. Quando leggo i tuoi post, il tuo entusiasmo, la tua semplicità, la tua schiettezza emerge. Credimi! :-)
    Un bacione grande grande e buona giornata!

    RispondiElimina
  47. Renata sei spettacolare!!! quando vengo a trovarti nel tuo blog non so, se mi piacciono piu le tue storie o le tue ricette, sei bravissima e questo primo piatto vien proprio voglia di assaggiarlo

    RispondiElimina
  48. Tua nonna doveva essere una donna forte e coraggiosa, bella la sua storia anche se molto turbata dal terremoto! Comunque io credo nella volontà del Signore che nelle previsioni dell'uomo; quindi non essere turbata!Ottimo menù,dal primo al dolce, brava! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  49. Il tuo menù "ammuddicato" è veramente qualcosa di eccezionale, ti faccio tantissimi complimenti cara per la tua bravura....il racconto di nonna Consolata e della sua incredibile forza, mi ha fatto venire la pelle d'oca! :-)
    Bacioni bella e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  50. Sono incantata dalla bellezza (e dalla bontà) di questi tre piatti, ma ancor più dalla dolcezza del tuo racconto!
    Io posso capirti riguardo alla paura di vivere in una terra che "minaccia" catastrofi....e purtroppo una di queste catastrofi l'ho vissuta 3 anni fà!
    Ti abbraccio forte cara Renata!

    RispondiElimina
  51. Concordo anche io non compro il pane grattugiato, ma lo preparo con gli avanzi (puliti) del pane...

    ps. la storia della tua nonnina mi ha davvero toccato il cuore....che paura e che coraggio...una donna meravigliosa che ha meritato di lottare e credo che poi la vita l'abbia assaporata davvero, senza mai lamentarsi...dobbiamo imparare!

    RispondiElimina
  52. Anche io lo preparo a casa...ma con il bimby ;) velocissimo!! Ma lo sai che quel pollo ha un aspetto meraviglioso!!! Lo rifaccio in settimana!!!

    RispondiElimina
  53. Che menù delizioso carissima :) e anche io il pollo lo preparo spesso così, solo olio e poi passato nella panatura ^^
    Un bacione e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  54. WOW tesoro, che menu' appetitoso!!!
    Mi piacciono un sacco questi piatti, che brava!!!

    RispondiElimina
  55. wow che bei piatti!! un menù fantastico, bravissima Renata!! :) un bacione, buon pomeriggio! :)

    RispondiElimina
  56. Mia dolcissima Renata, una altro splendido post!!!! E che bontà, bravissima!!!

    RispondiElimina
  57. Tesoroooooooo bello!!!!!ciaoooo buon fine settimana riposati!!un bacione grandissimooo

    RispondiElimina
  58. ciao tesoro... che bello il racconto della tua nonna... sembra una favola!!!! mitica!!! senti, anche la pasta è mitica, quant'è buona gratinata??!?!? un bacio grosso grosso!!!

    RispondiElimina