venerdì 20 gennaio 2012

Maccarruni 'i casa...dono di nozze!

Buon Venerdì bimbe!!! Dopo i ravioli,altra pasta fresca oggi...Ma non annoiatevi vi prego! Questa non è solo pasta ma è un ricordo,un passato,una storia...Un'intera regione....La mia!!! Non c'è Calabrese che non la mangi e non c'è donna che non la conosca...è povera ma ricca di storia... Della nostra,di ciascuna famiglia ...La faceva mia nonna e prima di lei sua madre. Le ricordo, tutte chine su di un grande tavolo di legno a tirar via ...veloci e rapide, mentre il sugo bolliva sul fuoco..La fa mia madre e da un paio d'anni anch'io..Non è facile..devi acquistare manualità e questa viene con il tempo e con la tenacia ...
Basta mescolare farina e acqua....e se siete fortunate otterrete un panetto facile da modellare.. Si staccano poi  i vari pezzi e arrotolati intorno al ferro si crea 'u maccarruni...questo ferretto è di mia madre ma io ho il mio,mia nonna il suo e le mie zie conservano con cura il loro...Un dono che si fa insieme alla dote quando ti sposi...tra lenzuola e tovaglie... Forse per augurarti giorni felici perchè a questi i maccheroni sono legati....ai giorni di festa!
Bè ragazze ...Questi sono i miei giorni di festa...ed ecco il mio vassoio ...Si lasciano asciugare e intanto si prepara il sugo
Io l'ho fatto con gli involtini di carne che Rosa adora....Dentro pangrattato,sale,cotto e una fetta di provola

In una padella olio evo, cipolla e poi gli involti,un minuto a rosolare e poi li ho girati, salati, pepati e sfumati con un pò di vino bianco
una volta evaporato... la salsa di pomodoro
si abbassa così la fiamma e coperti si lasciano andare lenti lenti per un'ora
Scolata la pasta... l'ho arricchita del sugo e di tanta ricotta salata....
Un piatto completo e veramente buono..Un morso e un ricordo!
ed eccolo il mio ricordo.... la foto mia più cara !
Dalla mia trisavola a me bimbetta ...5 generazioni
attraverso un ferretto!!!
Un bacione ragazze
Renata

Con questa ricetta partecipo al contest di Simo del blog Pensieri e Pasticci in collaborazione con Lisa del blog  Dragonfly Shop nella categoria primi

95 commenti:

  1. Wow , preziosissima quella foto, sei fortunata ad averla, la tua mamma è bellissima! Sai che proprio ieri ho visto quel formato di pasta in un negozio? Sembra proprio difficile da fare e soprattutto ha una sua tradizione, non si può inventare dal nulla.... mi sa che mi tocca accontentarmi delle tue golosissime foto! E il sugo?? Mamma che meraviglia, ricchissimo, chissà che profumo e poi ha tutti i sapori della vostra bellissima terra. Davvero complimenti bimba, ci credi che mi mangerei la tua pasta anche ora (7.30 del mattino)? Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Babi....Non è difficile da fare ..si deve acquistare solo manualità pensa che mia nonna in 5 minuti riesce a farne 1Kg...mentre io la guardo con i miei tre pezzetti in mano ma confido nel tempo....comunque di solito il sugo è quello della capra ...che noi Calabresi mangiamo sempre ma siccome io cucino a gusto di Rosa...sono sicura che la carne così la mangia!!! Un bacione e grazie mille
      Buon Venerdì!!!!

      Elimina
  2. Renata ma che meraviglia!!! Ma lo sai che sto girando come una matta per cercare il ferretto che fare i nostri maccheroncini pugliesi (più piccoli dei vostri) e non lo trovo da nessuna parte!!! Bravissima e bellissima foto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti consiglio a questo punto un negozio di ferramenta o usare magari un ferro da calza...forse però è più grosso.....Spero che riuscirai nell'impresa..il mio è un regalo e dove li trovano... non lo sò ma prometto che lo scoprirò!!
      Bacioni!!!!!

      Elimina
  3. ma che bello o la foto mitica....ma quella bellissima ragazza che ti tiene in braccio è la tua mamma!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara Elisabetta è la mia mamma...una splendida 25enne con la sua bambina!!!

      Elimina
  4. Renata, che bel post ricco di ricordi ed emozioni!!!
    Stupenda la foto, ora c'è Rosa che tramanderà la tradizione.
    Questo piattino lo mangerei anche a colazione da quanto mi fa voglia.
    un bacione
    sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabina!!!!
      Speriamo che realmente la tradizione vada avanti.....Sarei felice di averti a pranzo...Un vero onore!!!!!
      Baci bimba

      Elimina
  5. Cara Renata, per me che sono siciliana di nascita e calabrese di adozione i "maccarruni a ferretti" sono un'istituzione...il simbolo della buona cucina meridionale, e di entrambe queste regioni che fanno parte di me...
    Chissà se un giorno imparerò a farli...per ora ammiro il tuo capolavoro! Brava come sempre...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace che condividi la passione per le tradizioni....Puoi impararli certamente..basta esercitarsi...credimi..basta prendere la amno e poi diventano semplici
      Un bacione Verdiana e Buon Venerdì

      Elimina
  6. Ammazza che brava a fare la pasta!!!!!! ed il condimento... mi piace! fai il sugo come lo fa la mia mamma.. con gli involtini!!!! baci e buon w.e. .-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella cosa...ne sono felice Claudia...è il sughetto preferito della piccola e devo dire anche il mio!!!!Bacioni e grazie!!!!

      Elimina
  7. Renata che commovente questa ricetta di famiglia! E che buona. Io ho scoperto di avere proprio gli stessi gusti di Rosa! Una volta, in un paesino ho visto anche io una vecchia signora che faceva la pasta con il ferretto. Che spettacolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Daniela!!!! è uno spettacolo veramente!!!! Baci

      Elimina
  8. la pasta fatta in casa è un arte davvero complimenti! Per questo con mia somma gioia mercoledì inizio un corso proprio di pasta fresca!
    Il tuo piatto mi fa davvero tanta gola...un abbraccio!
    Valentina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In bocca al lupo per il corso allora
      Ti abbraccio anch'io e grazie!

      Elimina
  9. bellissima foto, io adoro queste cose!
    Mi piacciono molto anche gli involtini!

    RispondiElimina
  10. Bellissima!!!!
    Sono delle belle tradizioni che si tramandano di generazione in generazione!!! E meno male che qualcuno lo fa ancora, altrimenti queste bellissime ricette si perderebbero con il tempo!!!
    Questi maccaruni devono essere golosissimi!!! Mi piace la pasta fatta solo con farina e acqua! Poi con tutto quel sughetto e la ricotta salata..una vera bontà!!!
    Ci vuole un po' di pazienza per farli tutti con il ferretto ma sicuramente ripagano la fatica!
    Bravissima!!!
    Un bacione, ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vane..le tradizioni sono cose a cui tengo molto e che tengo soprattutto a trasmettere a Rosa...non ci vuole molto credimi...se ci prendi la mano...si fanno veloci...Prova

      Elimina
  11. La foto è straordinariamente bella!
    Anche da noi, in Abruzzo dove sono nata e in Molise dove è nata mia madre, si chiamano così. Sai che non mi ci sono mai cimentata, devo provarci. Ottimi gli involtini!
    A presto, ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dana...è una cosa che ho notato anch'io...molti piatti sono uguali ...cambiano solo il nome di regione in regione...Prova a farli Dana...sono curiosa da morire...Bacioni

      Elimina
  12. Che bella storia ha la tua famiglia!!
    E' proprio una pasta che fa venire l'acquolina...buonissima!!
    Brava brava
    Sara

    RispondiElimina
  13. Buongiorno Renata!...a me la pasta fatta in casa non annoia mai, mi piace troppo! Questi sono piatti che danno grande soddisfazione sempre! non possono stancare mai!
    Ma quel ferretto con cosa posso sostituirlo, volendo provare a fare questo formato di pasta?
    Ti abbraccio mia cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara ti ho risposto già nel tuo blog...ma nel caso... puoi usare come ferretto le stecche dell'ombrello...molto gettonate!!!!Ti abbraccio anch'io

      Elimina
  14. che bello ricordare l'infanzia e ripercorrere le tradizioni dalle mie parti si chiamano maccarruna e quei rotolini che hai messo nel sugo si chiamano bruciuluni tutto splendido buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna!!! e che nomi curiosi e molto simpatici!!!!Bacioni

      Elimina
  15. Ahhhh Reanta mia, non potevi prendermi di più per la golaaaaaaaaaaaaa!!!!!!Questa pasta è semplicemente meravigliosa!!!e chi si stanca????scherzi? e che sugo ti è venuto??!!!oh Dio.. e poi che bello il racconto :-)Quasi mi scendeva lacrimuccia:-)Spero che Rosa tramandi la tradizione:-)Promette bene la bimba!!:-)E che bella che eri da bimbetta anche tuuuuuu!!!!:-)Un bacione mia cara e continua a deliziarci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille bimba!!!!Sempre tanto gentile tu....speriamo che Rosa li prepari per i suoi di figli...sarebbe bello...troppo...Un bacione anche a te e felice che ti piacciono!!!!

      Elimina
  16. bellissimooooooo!!!!mi è venuto quasi da piangere!!!!!!!!! complimentissimi e bravissima come sempre!!!!!!!!!!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta!!!!! Grazie veramente!!!

      Elimina
  17. Splendido post cara Renata, per un piatto delizioso, ricco di tradizioni!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie..ne sono veramente lusingata!!!
      Ti abbraccio forte

      Elimina
  18. che bella storia renatina!
    e che meravigliosa pasta!
    l'ho vista fare alla prova del cuoco!
    e' un po' come da noi nel modenese i maccheroni al pettine(li posto la prossima settimana)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetterò allora per gustarli anche solo con gli occhi!!!! Bacioni Carla

      Elimina
  19. Renata...grazie! Non ci avrei mai pensato!
    Prima ho dimenticato di dirti che la foto è bellissima!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emanuela!!!!Un bacione a te e allora adesso puoi prepararli... basta rompere un'ombrello e mettili da parte gli altri(se vanno bene)per regalarli...

      Elimina
  20. Cavolo se ce l'ho pure io il ferretto!!!! Mi hai fatto rivivere i momenti in cui vedevo le mie donne di famiglia (bisnonne, nonne, zie, mamma e vicine di casa) riunirsi per fare la sera prima delle feste i maccarruni!!! Bellissime queste tradizioni che restituivano il senso vero delle feste e dello stare insieme!!!!!Grazie Renata per questo tutto nel "passato" dolcissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sapevo che l'avevi anche tu Calabresella!!!!
      Felice di averti fatto rivivere quei momenti Bacioni

      Elimina
  21. Una ricetta storica! Una storia molto bella,e dare come dote quel ferretto lo trovo molto significativo. La foto la trovo stupenda, sei davvero fortunata ad averla! Io non ho mai consociuto nemmeno i miei bis nonni e non so nemmeno com'erano fatti figurati. Ti ringrazio per essere passata e per continuare a dare il tuo sostegno, davvero grazie mille! un grandissimo abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono sempre con te!!!! Grazie cara....io ho sempre creduto nell'importanza di conoscere sempre da dove si arriva,di conoscere la propria storia...prova a chiedere ...magari qualcuno dei tuoi parenti si ricorda dei tuoi bisnonni e può raccontarti di loro
      In bocca al lupo per tutto
      Bacioni

      Elimina
  22. Carissima!!mi hai fatto venire i brividi!!!I maccarruni è il mio piatto preferito!!!Bravissima ti sono venuti bene perchè non sono per niente facili e io lo sò!!!Tra tante ricette che voglio sempre fare ancora non li ho fatti!Mi gusto i tuoi!!Un gande abbraccio!Lolly

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lolly...sono sicura che tua madre è bravissima a farli...prova anche tu e vedrai come sarà semplice...Bacioni cara

      Elimina
  23. Eh che spettacolo Renata!!!! Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale!!!! Un buon fine settimana anche a te

      Elimina
  24. Hai proprio ragione renata, questi maccarruni ricordano tanti bei momenti anche a me.... mi ha insegnato mia nonna a farli, da quando avevo 6 anni,prima per gioco, poi per passione, mi mettevo lì con lei e li facevamo. Pasta ottima, un giorno di qusti, appena ho tempo, li rifaccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed io verrò a vederli volentieri!!!!
      Grazie mille!!!! Bacioni cara

      Elimina
  25. Che meraviglia questo post tesoro e la foto è molto tenera.. Come forse già sai il mio ragazzo è calabrese e l'estate che ho passato dai suoi tra le tante cose mi ha anche regalato quella di incantarmi davanti a sua nonna che li preparava con una maestria assoluta.. Tu sei stata bravissima e mi hai regalato un tocco di Calabria :) è buonissima questa pasta e non mi potrò mai annoiare di vedere questi capolavori..complimenti complimenti davvero!! Passa un buon fine settimana e un bacio super

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di averti regalato un pò di calabria e felice che tu conosca il gusto e il sapore meraviglioso di questa pasta!!!! Immagino la bravura della nonna...sono sempre le più brave!!!!!
      Un bacio anche a te!!!

      Elimina
  26. Che bella favola Renata, quella della vostra famiglia di donne meravigliose! ti invidio un po'. Ti abbraccio e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara...ti abbraccio anch'io e aspetto i tuoi piatti...Sono curiosissima!!!!

      Elimina
  27. troppo troppo buoni e complimenti renata 6 stata bravissima.. sono difficiletti da fare ma tu te la 6 cavata alla grande. PERFETTI!

    RispondiElimina
  28. Sei sempre coinvolgente con i tuoi racconti:-) e anche molto brava ! ora che l'influenza mi e' passata me la mangerei volentieri questa pasta! baciottoni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di sapere che stai meglio!
      Grazie Ombretta!!!
      Tanti baciotti anche a te...

      Elimina
  29. Anche a casa mia, la mia origine è avellinese, si fa una pasta simile alla tua utilizzando un ferro sottile, sono però fusilli. Li devo fare, anche se non sono bravissima, e postare la ricetta. Mi piace il tuo "mescolate farina ed acqua e... se siete fortunate, ecc" il difficile di questa pasta è proprio l'impasto! Buon fine settimana, Laura

    RispondiElimina
  30. Hai ragione cara Laura...la consistenza giusta credo che dipenda molto dalla fortuna,dal tempo e dall'umidità insomma da una serie di fattori...variabili!!!! Aspetto i tuoi fusilli...allora
    Grazie e un buon fine settimana anche a te cara!!!!

    RispondiElimina
  31. bè anche se dici che devi acquistare manualità a me sembrano davvero ben fatti! è buonissimo questo tipo di pasta, l'ho mangiata un pò di volte avendo mio padre, e il mio ragazzo entrambi calabresi, chissà che non provi a farla anche io, ma vedo dura che possa riuscirci :D comunque ottimo lavoro, brava Renata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci riuscirai sicuramente!!!! Basta solo provarci....Che bello scoprire le tue origini Calabresi e felice che tu conosca la bontà di questa pasta...Grazie mille bimba e un saluto anche al tuo fidanzato Calabrese

      Elimina
  32. che belli questi ricordi!!!bellissima la tua mamma e tu ovviamente..ciao cara ottimi maccaruni un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tina....Grazie mille!!!
      Bacioni tesoro

      Elimina
  33. Che meraviglia!!!!!...tutto il tuo post è bellissimo, dalla descrizione che ne fai alla bellissima foto finale che suscita emozione anche a me! :-)
    La pasta la conosco e la faccio pure io, da queste parti viene chiamata in un altro modo, ma la tecnica del ferretto è la stessa! ;-)
    Ancora tanti complimenti e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Assunta...mi lusinghi e mi emozioni con le tue parole...Grazie veramente...Un grande bacio!!!
      Ma allora vengo a cercarla se hai fatto il post....

      Elimina
  34. che bel post nn solo di un ottima ricetta....pieno di calore e di bei ricordi poi di tanta tradizione!!! complimenti e brava a portare avanti cio' xche' nn va' spezzata!!!! buon week!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monia!!!! Un buon fine settimana anche a te!!!

      Elimina
  35. Wow... quante generazioni tutte assieme. Immagino che quella che ti tiene in braccio sia tua mamma. Era davvero molto bella, e lo sarà sicuramente ancora oggi.
    Non sarei mai in grado di fare questa pasta, ci vorrebbe una maestra paziente per insegnarmi. Con quel foro centrale chissà quanto buon sughetto si mangia assieme alla pasta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si che saresti in grado...non è difficile cara Ilaria ...basta solo iniziare...credimi!!!
      quella nella foto è mia mamma..la chiamavano la spagnola e SI!!! è bella anche adesso....Grazie mille....Un bacione bimba!!!!

      Elimina
  36. Spettacolare questa pasta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia...Un abbraccio anche a te!!!

      Elimina
  37. Magnificaaaaaaaaaaaaaa,ma poi un post fantastico......mi terrorizza quel ferretto ,non so se saprei utilizzarlo.....Baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lidia...è semplice da usare...basta iniziare e vedrai che dopo un paio di volte sarà semplice

      Elimina
  38. la pasta fatta in casa mi piace sempre parecchio....con quel sugo poi è da capogiro...bacini

    RispondiElimina
  39. Cara Renata quando leggo il tuo nome tra i commenti che apponi al mio blog mi fai venire in mente quello di una mia carissima amica e quindi il piacere è doppio.
    E poi anche noi che siamo pugliesi prepariamo un tipo di pasta come questo ma lo chiamiamo fruciedde sempre con la stessa tecnica..
    Quanti ricordi!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  40. Spero di prenderti al volo...solo per dirti GRAZIE!!!!
    Ma sai che quando ero piccola il mio nome proprio non mi piaceva..volevo un nome che avessero tutti e contavo le persone che conoscevo con il mio stesso nome...ed erano sempre poche...ora sono veramente felice che il mio nome sia uguale a quello della tua amica e che quindi ti faccia piacere!!!!!
    E per la pasta ...è strano come un semplice impasto diventi fonte di così tanti ricordi...strano ma bello!!!!Un bacione e grazie

    RispondiElimina
  41. Ho sentito il profumo di tutto in questo post...sembra di essere a casa...bravissima e complimenti per questa pagina...e anche ottimo tutto...ahhhh quelle braciolette!!! buon we, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Max!!! Sono felice veramente che ti sia piaciuto tutto!!!!Un buon fine settimana anche a te
      A presto!!!!Ciao!!!

      Elimina
  42. Renata con questo post ti sei veramente superata! Mi piace tantissimo come scrivi, rendi perfettamente il calore del "focolare" domestico :) è bellissimo avere queste tradizioni da tramandare alla piccola Rosa! chissà quanto sarà emozionante regalarle il suo ferretto quando sarà il momento! Sono sicura che con il tempo acquisterai la manualità delle donne della tua famiglia! ;) anche se per me sei già bravissima così! Anche qui in sicilia una zia di mio marito fa un tipo di pasta con questo ferretto ma non ho mai visto farli...haimè! Un giorno di questi prendo la caronte e vengo a trovarti! ;) Un bacione grande e ancora bravissima!
    Laura

    p.s. l'ultima foto è preziosissima! e credo che tu assomigli molto alla tua mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura...che assomiglio a mia madre è il più bel complimento che potevi farmi...Grazie mille!!!! Se vieni organizzo un mega party con le donne di casa...nonna zie e mamma tutte a preparare i maccarruni...Un bacione grande e grazie ancora!!!!!

      Elimina
  43. Renata mi lasci a bocca aperta un post straordinario pieno di ricordi,famiglia e tanta semplicità;per la pasta penso che tu sia bravissima sono favolosi i tuoi maccaroni e che dire del sugo il mio preferito con le braciole mi piace tantissimo e la foto e straordinaria una generazione a completo il ricordo più bello che ci si,sei molto fortunata con questa foto mi hai fatto emozionare complimenti un mega bacio ciao :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia...che tenera e carina che sei...la foto è tra i miei ricordi più belli...tutte quelle donne messe in fila ognuna con la sua storia e la sua vita ed io piccola che mi affacciavo al mondo....Emozione grande!!!! Figurati che conservo 4 copie per paura di perderla
      Ti abbraccio forte!!!!

      Elimina
  44. Che meraviglioso questo post....lo trovo emozionante, la foto finale é bellissima.....un abbraccio e buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Artù!!!! Un abbraccio anche a te e buon fine settimana

      Elimina
  45. A parte che sei stata bravissima e con una pazienza infinita a formare i maccheroni uno ad uno col ferretto...condita da questi dolci ricordi la tua pasta diventa ancora più speciale. Un bacio, buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro Federica che il passaggio al ferretto è molto rilassante...ma hai ragione quando dici che a renderla più buona sono proprio i ricordi!!!!Grazie mille
      Un bacio

      Elimina
  46. caspita sei unica a fare un primo del genere!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo...comunque grazie Valentina..troppo gentile...baci

      Elimina
  47. delizioso questo primo!! :) i piatti della tradizione sono unici! ;) a presto, buon weeekend! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e un buon fine settimana anche a te

      Elimina
  48. questa ricetta la conosco bene ,davvero buona ,baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. felice di sapere che ti piace...ricordo di aver letto un legame con la Calabria e quindi ero sicura che la conoscessi
      un bacione e grazie mille!!!!

      Elimina
  49. Renata, mi commuovi quando pubblichi certi post.... Ho comprato un pacco di questa pasta secca, l'ho pagata una follia a Bologna, quindi mi era venuta la voglia di tentare di farla in casa. Proprio venerdì ho chiesto consigli ad un mio collega originario della tua terra, mi ha detto di utilizzare come ferretto una semplice gruccia tagliata, me lo confermi? Mi sono innamorata di questo piatto, con il tuo racconto poi....
    Bravissima davvero, sono ancora incantata...
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  50. splendida ricetta adatta al contest!
    Grazie di cuore, un abbraccio

    RispondiElimina
  51. Questa me l'ero proprio persa.. che buonaaa brava Renata

    RispondiElimina